TORO Web - Araldica Torese 3/1. I soprannomi storici di casa nostra
Scrivi a TOROWeb
ToroWeb è dal 1999 a disposizione di Toro e dei toresi. Chiunque, privato o circolo o associazione o ente, abbia notizie, avvisi, foto, dubbi o chiarimenti da pubblicare, può inviare a: redazione@toro.molise.it
Le comunicazioni non firmate non saranno prese in considerazione

P.S.
ToroWeb non è né un partito, né un organo istituzionale. È solo una pagina internet, che vuole raccontare il paese.
Un grazie di cuore ai lettori per l'attenzione che ci accordano da ventidue anni.
Canali
· Home
· @toro.molise.it
· Aggiungi News
· Archivio News
· Argomenti
· Cerca
· Chat
· Dove siamo
· Gli Appuntamenti
· GuestBook
· Login
· Meteo
· News dal vecchio sito
· Sondaggio
· Statistiche
· Tags
· Top 10
· Web Links
Altri articoli
Martedì, 05 marzo
· Lutto, è deceduto Mario Mosca di anni 86
Sabato, 24 febbraio
· Lutto, è deceduto Josè Di Donato di anni 54
Sabato, 17 febbraio
· Lutto, è deceduta Teresa Mitra di anni 91
Mercoledì, 14 febbraio
· Lutto, è deceduto Salvatore Moffa di anni 93
Sabato, 10 febbraio
· Lutto, è deceduto Mario Monachesi di anni 79
Sabato, 03 febbraio
· VI° Memorial Carlo Marcucci
Mercoledì, 24 gennaio
· Lutto, è deceduta Antonia Di Sabato
Lunedì, 22 gennaio
· Ai fratelli Marcucci la vittoria al 22° Memorial Enzo Peluso
Giovedì, 18 gennaio
· Lutto, è deceduta Maria Panichella di anni 90
Mercoledì, 17 gennaio
· Lutto, è deceduto Salvatore Sciandra di anni 91

Articoli Vecchi
GoogleAdSense
News ante Aprile 2007


· Notizie da gennaio 2004 ad aprile 2007

· Notizie 2002-2003
Ultimi Commenti
· APA : Lutto, è deceduto Gaetano Di Toro di anni 62- in data (19/3/2021)
· Giovanni Mascia : L'Ecce Homo di Toro studiato e presentato in Spagna- in data (13/1/2021)
· Torese : L'Ecce Homo di Toro studiato e presentato in Spagna- in data (13/1/2021)
· Giovanni Mascia : IL BACIO DEL BAMBINO - Sfilata dei toresi con i loro storici soprannomi- in data (11/1/2021)
· Torese : IL BACIO DEL BAMBINO - Sfilata dei toresi con i loro storici soprannomi- in data (11/1/2021)
· Giovanni Mascia : Antiche fotografie toresi di casa Trotta- in data (12/12/2020)
· Torese : Antiche fotografie toresi di casa Trotta- in data (9/12/2020)
· Enzo : Entusiasmante fotografare la cometa Neowise nel nostro cielo- in data (17/7/2020)
· ramossino : Entusiasmante fotografare la cometa Neowise nel nostro cielo- in data (16/7/2020)
· Giovanni Mascia : Festa dell'Incoronata 1905: banda di Riccia a Toro in divisa da Bersagliere- in data (25/10/2019)
· Enzo : Inizio Corso di potatura dell'olivo 2018- in data (18/4/2018)
· Giovanni Mascia : Caro Giovanni Rossodivita, impara a leggere!- in data (15/10/2017)
· Giovanni Rossodivita : Un sindaco e relativo consiglio comunale "sotto tutela"!- in data (14/10/2017)
· Giovanni Mascia : A proposito del tragico fattaccio di settant'anni fa- in data (20/9/2017)
· Giovanni Rossodivita : Il drammatico fattaccio di Toro- in data (20/9/2017)
· Giovanni Rossodivita : Un forte segnale di cambiamento e di rinnovamento- in data (16/7/2017)
· hermes_toro : Acqua pubblica: Toro non aderisce all’Egam- in data (16/7/2017)
· Giovanni Rossodivita : Coraggio! Non aderire all'Egam- in data (15/7/2017)
· hermes_toro : Strada Comunale della Selva per Jelsi: i residenti ringraziano- in data (4/7/2017)
· Roby : Roberto Quercio è il nuovo sindaco di Toro, eletto a furor di popolo- in data (21/6/2017)
Araldica Torese 3/1. I soprannomi storici di casa nostra
I soprannomi di Toro desunti da un documento ufficiale del Comune. Derivazione dirette o storpiate di nomi, professioni, cariche, vezzi, tratti caratteristici, i soprannomi erano indispensabili in un mondo chiuso in cui si ripetevano sempre gli stessi nomi e gli stessi cognomi con omonimie che si ripetevano e moltiplicavano... ...

La funzione dei soprannomi era essenziale in un mondo chiuso, dove a causa dei pochi cognomi e dei nomi soliti che si ripetevano invariabilmente era difficile circostanziare al meglio la persona interessata. Si pensi all’uso secolare di rinnovare il nome del nonno, in tutta una serie di nipoti omonimi. Ed ecco allora la comodità di poter contare su un soprannome che permetteva di distinguere gli uni dagli altri, per esempio, i Nicola Quercio o i Giovanni Evangelista o gli Antonio o le Maria Parziale che affollavano le piazze, le vie e le rue di Toro. Oggi che le mura del paese si sono aperte ad accogliere nuovi cittadini, e i neonati arrivano con il contagocce, e si è imposta la moda di nomi più ricercati e originali, il bisogno di far ricorso ai soprannomi è diminuito se non scomparso addirittura. Prima che scompaiano del tutto, ne annotiamo un cospicuo numero a futura memoria, non senza tentare una semplice classificazione.


Metà anni Trenta del Novecento. Macellai toresi in fiera.
Da sx,
Zi Pasquale Patranzèlle, Pasquale Sgrane, Nicolino Mesinghe, Francesco Iennarielle (nonno e nipote, classe 1931, omonimi). Con tali nomi erano conosciuti da tutti. Con i loro nomi veri, nell’ordine, Tucci, Di Gironimo, Tucci e Iacobacci, avrebbero detto ben poco per via delle omonimie
(Archivio Angelina Caruso)


I soprannomi, proprio come i cognomi, sono derivazioni dirette o storpiate di un nome, una professione, una carica, un vezzo, una particolarità fisica... Oggi, come si diceva, si tende a dare un nome esotico o almeno originale ai propri figli, in passato si tendeva a non uscire dal seminato. Ecco allora che se capitava un nome nuovo o poco usato, quel nome colpiva l’immaginazione dei paesani che lo estendevano, come soprannome a tutta la famiglia di riferimento. Questo succedeva con i Don Felice e i Beniamino (De Sanctis), i Romano (Quicquaro), i Fulvio (Grosso), i Giacinto (Serpone), i Crescenzo (Salvatore), i Natale (Ricella), i Gennarello (Iacobacci), i Dionisio (Cofelice), i Paolina (Simonelli), i Preziosa (Nardozza), i [Su]Sanna (Berardi), e tanti, tantissimi altri.

A volte era il cognome materno o dell'avo a essere ereditato come soprannome dai figli o dai nipoti. Per esempio Peggio (Evangelista), da Lúche cioè De Luca (Rossodivita), Ciaccia (De Sanctis ed Evangelista), Fasciano scritto anche Faggiano (Pietrantuono). Il cognome di famiglia era quindi esteso come soprannome di appartenenza anche alle persone di servizio e ai mezzadri come nel caso "dei Trotta" (rispettivamente ricaduto sui Santillo e sui Moffa).

Spesso era una caratteristica fisica, a cominciare dalla stazza, a caratterizzare e a designare il paesano e quindi i suoi parenti. E allora ecco i Carlone, Mingone, Michelone, Rusce, Ruscelille, Rusce de Cule, Sorda, Cecate, Sicche, Manemuzze, da Cioppe, Pelosa, Zelluse, Niro, Senzasangue, Stuorto, Scialbe, ecc.

Altrettanto spesso il soprannome faceva riferimento al paese di provenienza: Cercése e Cercesille, Ivezarole (Jelsi), Celdenése, Campuasciane, Campetrése e Campetresille, Sangeuannare, Reparule, Matreciane, Campelettane, Cullése, Termulése… O alla nazionalità vera o assegnata ad honorem: Spagnuoli, Danesi e Daneselli, Tedeschi, Cinesi, Abissinesi…

Fonti di soprannomi erano anche i mestieri: Melenare, Netare, Scardalane, Ortolane, Maccarenare, Bacchine, Tavernare, Guardaboschi, Guardacampagne, Sagrestane… O la carica esercitata dall’identificato o da un familiare: Sindachello, Primo eletto, Giudice, Giudicitto, Maresciallo, Caporale, Furiere, Guardia, Giurato o Giuratello, Canonico, Arciprete…

Oppure gli animali con i quali si aveva a che fare o ai quali si faceva pensare: Iocca e Iocchitello, Picinella, Viccia, De Cille, Baccalà, Corze, Ciuccio a viaio… O anche i frutti o gli ortaggi più disparati: Cachisso, Cardarella, Cipolla, Portagallare, Ortolano, Cociafoglia, Finocchietto… A intercalari, vezzi, passioni o abitudini particolari rimandano soprannomi come Parapille, Sgrano, Panzanaro, Partella, Passa Acqua, Pisciaturo, Zompamurilli e Scoppapranzuni…

C’era infine la gran massa dei soprannomi dalla sonorità più o meno gagliarda, ai quali di volta in volta si può e si deve dare solo quella interpretazione basata su questo o quell’aneddoto tramandato dagli antenati ai discendenti.


Comune di Toro, Ruolo dei censi e canoni per l’Anno 1933.
Dettaglio della copertina
(Archivio Comunale di Toro)


Difficilmente si riuscirà nell’impresa di registrare tutti i soprannomi toresi. Per non essere citati di partigianeria, in questo primo elenco sommario annotiamo – con poche aggiunte i soprannomi rinvenuti a margine di un documento ufficiale del Comune di Toro, precisamente il Ruolo dei censi e canoni per l’Anno 1933, dove sono annotati i nomi, i cognomi e molti soprannomi dei 391 censuari del Comune. La resa grafica in genere è dell'estensore del registro. Tra parentesi e in grassetto i cognomi di riferimento, tenendo ben presente che per gli inevitabili intrecci familiari, i soprannomi potevano migrare di cognome in cognome. Si pensi al caso più comune: il soprannome della madre che poi passa ai figli.

    - Bacchetille (Antonucci),

    - Trapolino, Sanna, Ivezarole (Berardi); Fontanaro (Bruno);

    - Coppino (Carusella); Geuannangele, Martiniello, Termulése (Caruso); Deianjzie, Carlone, Sicco, Iacovillo, Mustuto d'Aggio, Cachjsse, Mengóne, Tuccuelóne (Cofelice); della Sorda, Luzio, Cuccitiello, Tamburriero, Maresca, Blacca, Cardarella, Cenése, Sciagurate, Balore, Tasciótte (Colledanchise); Pasqualiello, Viccia, Spacchetiello, Baccalà, Micuccio, Stuorto, Ortolano, Scardalano, Cociafoglia, Parapille (Cutrone);

    - Ustenille, Lempeiúne, du Moneche (D'Amico); ‘A védeve, Comandante (De Michele) 'A Campetrése, Mechelúcce, Matalène, Don Feljce, Bèniamjne (De Sanctis); Sgrano, Sciarella (Di Gironimo);

    - Lucibello, di Carlo, Fragnitiello, Diodato, Cosimillo, Pilucco, Calizzo, Angelella, dei Monaci, Siggitore, Capezza, Zuzzèlla, Penzire, Peggio, Maccarenare, da Sórde (Evangelista);

    - Picinella, Capacchione (Farinacci); Colavincenzo, Geledèie (Felice); Panzanaro, Mingariello, Bigarello, Colillo (Ferrara); Pisciuotto (Ferrazzano); Pacchillo, Ciccantonio, Lezio, Cillitto, Maresciallo, Pacchióne, Mammarése, Campanèlle, U Patjne (Fracasso); Zantuono, Tavernaro (Francalancia);

    - Guardaboschi, Sagrestano, ‘a Védeve, Matalène (Graziano); Maste Felomène, Fulio, Vittoria, Cautillo (Grosso);

    - Iocca, Iennariello, Canonico, Notaro, Lattare, Resceljlle, Scevècchie, Cianne, Melenare, Scatozze, Tosche (Iacobacci); Finocchietto, Pilucco, Garbone, Sinachello, Ciumpare, Scamorze, Mazzole (Iacobucci);

    - Calecagne, ‘A Matreciane (Laurelli);

    - Colafilippo, de Crrjste, Giudice, Gedecjtte (Marcucci); Bazzocca, Baione (Martino); Cacchione, Frusciuto, Stifene (Mazzarino); Guardabbosche (Miozzi); Frescèlle (Mitra); Spetrino (Mazziale);

    - Iocca, Iocchitiello, Niro, ‘A Prezióse (Nardozza); Furiere, Cullése (Nazzario);

    - Pallantrillo (Pallante); Rifriddo, Ciccottiello, Cipolla, Manomozza, Partella, (Parziale); Senzasangue, ‘A Pelóse (Peluso); Zelluse, Mancino (Pifalo); Carljne (Pilla);

    - Curuzzo, Capézze, Portagallare (Quercio); Romano, Mezzetto, Passa Acqua, Mastrillo, (Quicquaro);

    - Scialbo (Ricciardi); Natale, Primoeletto (Ricella); Petulante (Rossi); Guardacampagna, Fornaro, Scardalano, Sderrazza, Salveiètte, Rúsce de cúle, Pantò, Da Lúche, Mechelóne, Pantalone, Secchiare (Rossodivita);

    - Crescinze, Guappone, Nardillo (Salvatore); Parégge (Santella, Giuliano, Fabale); L'acceprèute (Santillo); Caporale, Cillitto, Sacchétte, Giacjnte (Serpone); Spagnuolo, Doniciello, cioè Danescille, Senzapensieri, Zinicco, Zingariello, Danése, Mastrjlle, Pauljne, Pjzze, Cepólle (Simonelli); Colacarlo, Gnirro, Corze, De Cille (Sivilla);

    - Capellaro (Talentosa); Tic Tac o Tretacche, Codelungo, Bessenése, (Traboscia); di Cristo, Cacalésce, Bancóne, Imbriglione (Tromba); Pagliaccio, Ciuccio a Viaio, Caperrone, Narciso, Salaiule, Musingo, Patranzèlle (Tucci).
Giovanni Mascia
N. B.
Articolo ripreso dal Bollettino "La Voce di Mercurio"
Settembre-Ottobre 2013
(Clicca qui per leggere la seconda e ultima parte dell'articolo)


_____________

Altri articoli della serie:
Araldica torese/11- Il misterioso angelo del camposanto
Araldica torese 10 - Per una storia della famiglia Colledanchise di Toro
...
Araldica torese/8. La sirena e l'America del sindaco Rossodivita
Araldica torese/ 5 - Una caratteristica di Toro: le strette e ripide rue
Araldica torese/ 4 - Araldica torese/4 - Mercurio e altri nomi tradizionali ed esotici di Toro
Araldica torese 3/2. Gli orfani bianchi di Don Camillo e del maestro Sanges
Araldica torese 2/2. Culaperti, coppoloni, vicci (cioè toresi, riccesi e cercesi), sentieri di fango e querce monumentali
Araldica torese 2/1. Quando cercesi e ricciaroli ci cacciarono fuori da Toro
Araldica torese/ 1 - TORO NEL CINQUECENTO


Nota: Si prega di citare la fonte in caso di utilizzazione del testo. Questo articolo è protetto da diritti Creative Commons
Postato il Martedì, 14 gennaio 2014 @ 23:00:00 di giovanni_mascia
 
Links Correlati
· Inoltre Cultura
· News by giovanni_mascia


Articolo più letto relativo a Cultura:
Presentazione di "Affreschi per il Papa": una serata indimenticabile

Article Rating
Average Score: 5
Voti: 1


Please take a second and vote for this article:

Excellent
Very Good
Good
Regular
Bad

Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

Facebook

Twitter

Msn
Associated Topics

Cultura

"Araldica Torese 3/1. I soprannomi storici di casa nostra" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli Anonimi, registrati

TORO Web ideato e realizzato da Carmine Felice e Giovanni Mascia, con la collaborazione di Sandro Nazzario e Vincenzo Mascia.

phpNuke Theme design by Carmine Felice