TORO Web - I proverbi toresi di Aprile (Vita e cultura popolare)
Scrivi a TOROWeb
ToroWeb è dal 1999 a disposizione di Toro e dei toresi. Chiunque, privato o circolo o associazione o ente, abbia notizie, avvisi, foto, dubbi o chiarimenti da pubblicare, può inviare a: redazione@toro.molise.it
Le comunicazioni non firmate non saranno prese in considerazione

P.S.
ToroWeb non è né un partito, né un organo istituzionale. È solo una pagina internet, che vuole raccontare il paese.
Un grazie di cuore ai lettori per l'attenzione che ci accordano da ventidue anni.
Canali
· Home
· @toro.molise.it
· Aggiungi News
· Archivio News
· Argomenti
· Cerca
· Chat
· Dove siamo
· Gli Appuntamenti
· GuestBook
· Login
· Meteo
· News dal vecchio sito
· Sondaggio
· Statistiche
· Tags
· Top 10
· Web Links
Altri articoli
Mercoledì, 03 aprile
· 30 anni fa inaugurato il "Cristo Risorto" nel camposanto di Toro
Giovedì, 28 marzo
· Pasqua 2024: i riti della Settimana Santa
Mercoledì, 27 marzo
· Lutto, è deceduto Carmine Mancino di anni 84
Venerdì, 15 marzo
· Festa di San Giuseppe 2024
Giovedì, 14 marzo
· Lutto, è deceduta Marietta Josue
Martedì, 12 marzo
· Lutto, è deceduta Antonietta Di Girolamo di anni 89
Martedì, 05 marzo
· Lutto, è deceduto Mario Mosca di anni 86
Sabato, 24 febbraio
· Lutto, è deceduto Josè Di Donato di anni 54
Sabato, 17 febbraio
· Lutto, è deceduta Teresa Mitra di anni 91
Mercoledì, 14 febbraio
· Lutto, è deceduto Salvatore Moffa di anni 93

Articoli Vecchi
GoogleAdSense
News ante Aprile 2007


· Notizie da gennaio 2004 ad aprile 2007

· Notizie 2002-2003
Ultimi Commenti
· APA : Lutto, è deceduto Gaetano Di Toro di anni 62- in data (19/3/2021)
· Giovanni Mascia : L'Ecce Homo di Toro studiato e presentato in Spagna- in data (13/1/2021)
· Torese : L'Ecce Homo di Toro studiato e presentato in Spagna- in data (13/1/2021)
· Giovanni Mascia : IL BACIO DEL BAMBINO - Sfilata dei toresi con i loro storici soprannomi- in data (11/1/2021)
· Torese : IL BACIO DEL BAMBINO - Sfilata dei toresi con i loro storici soprannomi- in data (11/1/2021)
· Giovanni Mascia : Antiche fotografie toresi di casa Trotta- in data (12/12/2020)
· Torese : Antiche fotografie toresi di casa Trotta- in data (9/12/2020)
· Enzo : Entusiasmante fotografare la cometa Neowise nel nostro cielo- in data (17/7/2020)
· ramossino : Entusiasmante fotografare la cometa Neowise nel nostro cielo- in data (16/7/2020)
· Giovanni Mascia : Festa dell'Incoronata 1905: banda di Riccia a Toro in divisa da Bersagliere- in data (25/10/2019)
· Enzo : Inizio Corso di potatura dell'olivo 2018- in data (18/4/2018)
· Giovanni Mascia : Caro Giovanni Rossodivita, impara a leggere!- in data (15/10/2017)
· Giovanni Rossodivita : Un sindaco e relativo consiglio comunale "sotto tutela"!- in data (14/10/2017)
· Giovanni Mascia : A proposito del tragico fattaccio di settant'anni fa- in data (20/9/2017)
· Giovanni Rossodivita : Il drammatico fattaccio di Toro- in data (20/9/2017)
· Giovanni Rossodivita : Un forte segnale di cambiamento e di rinnovamento- in data (16/7/2017)
· hermes_toro : Acqua pubblica: Toro non aderisce all’Egam- in data (16/7/2017)
· Giovanni Rossodivita : Coraggio! Non aderire all'Egam- in data (15/7/2017)
· hermes_toro : Strada Comunale della Selva per Jelsi: i residenti ringraziano- in data (4/7/2017)
· Roby : Roberto Quercio è il nuovo sindaco di Toro, eletto a furor di popolo- in data (21/6/2017)
I proverbi toresi di Aprile (Vita e cultura popolare)
Proverbi e modi di dire popolari toresi, che i nuovi ritmi e stili di vita tendono a porre nel dimenticatoio. In linea con gli almanacchi di una volta, i proverbi sono agganciati allo sfogliarsi del calendario: la Domenica delle Palme, le funzioni religiosi, la Pasqua, i dolci pasquali, la primavera, la campagna che si risveglia



MESE DI APRILE


1 /I proverbi di Aprile sono fortemente caratterizzati dalla ricorrenza di Pasqua, a cominciare dal primo :

Mò ze fa i cunte, che jjurne vè Pasque

Sta conteggiando in che giorno cade Pasqua


La locuzione popolare fa riferimento alla mobilità della Pasqua, che come sappiamo può essere bassa o alta, cadere a marzo o ad aprile. Questo aspetto non poteva sfuggire all’occhio smaliziato e fine dei contadini toresi, che dicevano: Mò ze fa i cunte, che jjurne vè Pasque, se qualcuno si mostrava insolitamente pensieroso.
I contadini sono molto bravi a usare la leva del doppio senso. E il loro dire può suonare ironico e sfottente: niente di più facile e inutile (si sa che la Pasqua capita sempre di domenica). Ma può anche significare, più seriamente: niente di meno scontato e discretamente complicato (legato com’è questo calcolo all’epatta, cioè al complesso di undici giorni che vanno aggiunti all’anno lunare per pareggiarlo al solare e conoscere così quando cadrà il plenilunio primaverile, e di conseguenza Pasqua, la domenica successiva).

2 / Aprile, cioè la Domenica delle Palme, la Settimana Santa. Ma anche la primavera. Sono questi i giorni per celebrare gli eterni riti del fidanzamento e dell'amore. Il giovane che sarà cortese con la sua bella la Domenica delle Palme, si vedrà ricambiare la cortesia proprio il giorno di Pasqua. Povero, invece, chi non si comporta proprio galantemente, perché:


S'a palme è fiorite,
a pigne è ssaprite;
s'a palme è de fronne,
a pigne è de vrenne.

(Se la palma è fiorita - cioè inargentata e con foglie di confetti - la pigna (la torta di Pasqua) sarà saporita; / se la palma è di fronde, / la pigna sarà di crusca).

Una variante in termini amorosi del do ut des di classica memoria o, se si preferisce restare in ambito rurale, del Setaccio, mio setaccio, / come mi fai così ti faccio.

3/ Quelli di Pasqua sono anche i giorni migliori per dare uno sguardo in cucina. È risaputo che

'A pigne, che n’ze fa a Pasque, n’ze fa cchiù

(La pigna – torta tipica – che non si fa a Pasqua non si fa più).

Allargando lo sguardo oltre la lettera e al di là del profumo, sarebbe come dire: – Batti il ferro, finché è caldo – o meglio – Ogni lasciata è perduta.

Abbiamo già ricordato la pigna che era anche il dono che la fidanzata rendeva a Pasqua al fidanzato che la Domenica delle Palme le aveva regalato la "palma fiorita", cioè la palma con confetti sistemati tra le foglie inargentate.
Con la pigna, a Pasqua si preparavano altri dolci: pastarelle, biscotti, piccillati e fiadoni (ripieni con cacio e uova o con ricotta o - tipico di Toro - con sangue dolce di maiale). Per le bambine e i bambini si preparavano la zitella e il carosello. Semplici sfoglie di pasta, la prima a forma di donnina, la seconda di galletto, cosparse di confettini colorati con un uovo sodo nascosto nelle pance: erano le uova di Pasqua di un tempo, la felicità dei bimbi di allora.


La zitella, l'uovo di Pasqua casalingo per le bimbe, quelle fortunate, di un tempo
(Foto reperita online)



4 / All’occhio dei contadini toresi non sfuggiva la circostanza che i giorni di Pasqua, in ossequio all’etimologia del termine, sono i giorni del passaggio tra l’inverno e la primavera. Il popolano torese ha protocollato, infatti, che


Zùcchele, vrùcchele e ppredecature
doppe de Pasque nen cuntene cchiù.


Zoccoli, broccoli e predicatori
dopo Pasqua non contano (servono) più.

Non servono più:
- gli zoccoli di legno, usati dai contadini per non rovinare le scarpe nel fango, perché si spera che il fango dell’inverno stia per diventare un ricordo;
- i broccoli (di rapa), perché‚ ormai induriti e fibrosi, non hanno più niente di gustoso da offrire al palato;
- i predicatori, infine, che erano allora i protagonisti assoluti dei quaranta giorni della quaresima e fonte di attrazione e di svago in chiesa. Essi‚ retaggi del freddo e del rigore penitenziale, non hanno più molto da dire adesso che, al tepore primaverile, la natura rinasce e invita a uscire all'aperto.

5 e 6/ La pioggia nel mese di Aprile, quanto mai opportuna per tonificare il risveglio della natura in piena vegetazione, veniva salutata dai contadini come benedizione del cielo e promessa di raccolti sicuri e abbondanti. Così si diceva:


Aprjle chiova chiove
e Magge una bbone


Aprile piova piova
e Maggio una buona.

E ancora;

Vale chiú 'n'acque tra Maie e 'Bbrjle
e nó 'nu carre d'ore e chi u tjre.


Vale più una buona pioggia, tra Maggio e Aprile,
anziché un carro d’oro e chi lo tira.

7/ Quattro aprilante, giorni quaranta. È in altro proverbio che conoscono tutti e tutti ripetono. In base al quale, se dovesse piovere il 4 aprile, le giornate di pioggia si ripeterebbero inevitabili per i prossimi quaranta giorni. Si tratta di fandonie più o meno superstiziose oppure ha fondamento il proverbio, alla cui coniazione di certo non ha contribuito la rima che in questo caso appare ed è del tutto artificiale?
La risposta ci porterebbe lontano, tantp più che sul proverbio e su un episodio assai originale ad esso collegato abbiamo parlato in un articolo a parte, invitando il lettore curioso a leggerlo cliccando sul titolo che segueUn nome e un cognome di giornata per un proietto torese del 1892,

8/ A conferma della elevata piovosità di questo mese, sempre ad aprile è dedicato un altro antico proverbio torese: ‘Brjle, ógne gócce ‘nu varjle! Aprile, ogni goccia un barile! (lo segnala Musa Pensosa). Naturalmente, allora come adesso, c'era un problema di quantità: una buona pioggia ad Aprile andava benissimo, ma non quelle piogge torrenziali che di tanto in tanto tornano alla ribalta delle cronache regionali e nazionali con segnalazioni di inondazioni e allagamenti. Per fortuna, la Madonna Incoronata, il cui culto è stato introdotto a Toro dalla famiglia Francalancia nella seconda metà dell'Ottocento, e la cui festa cade l'ultimo sabato d'aprile, continua a vegliare sui campi e sull'agro si Toro dall'alto della sua nicchia neoclassica nella chiesa del Convento.



Toro, Anni Cinquanta, Processione dell'Incoronata (con S. Lucia e S. Cristina) in Piazza del Piano
Postato il Martedì, 01 aprile 2014 @ 09:31:39 di giovanni_mascia
 
Links Correlati
· Inoltre Tradizioni e feste
· News by giovanni_mascia


Articolo più letto relativo a Tradizioni e feste:
Per un ritratto completo del torese /1

Article Rating
Average Score: 1
Voti: 1


Please take a second and vote for this article:

Excellent
Very Good
Good
Regular
Bad

Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

Facebook

Twitter

Msn
Associated Topics

Cultura

"I proverbi toresi di Aprile (Vita e cultura popolare)" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli Anonimi, registrati

TORO Web ideato e realizzato da Carmine Felice e Giovanni Mascia, con la collaborazione di Sandro Nazzario e Vincenzo Mascia.

phpNuke Theme design by Carmine Felice