TORO Web - Intitolato il sagrato del convento al Cardinale Orsini (Papa Benedetto XIII)
Scrivi a TOROWeb
ToroWeb è dal 1999 a disposizione di Toro e dei toresi. Chiunque, privato o circolo o associazione o ente, abbia notizie, avvisi, foto, dubbi o chiarimenti da pubblicare, può inviare a: redazione@toro.molise.it
Le comunicazioni non firmate non saranno prese in considerazione

P.S.
ToroWeb non è né un partito, né un organo istituzionale. È solo una pagina internet, che vuole raccontare il paese.
Un grazie di cuore ai lettori per l'attenzione che ci accordano da quasi diciott'anni.
Seguici su Facebook

Ultimi Commenti
· Giovanni Mascia : Caro Giovanni Rossodivita, impara a leggere!- in data (15/10/2017)
· Giovanni Rossodivita : Un sindaco e relativo consiglio comunale "sotto tutela"!- in data (14/10/2017)
· Giovanni Mascia : A proposito del tragico fattaccio di settant'anni fa- in data (20/9/2017)
· Giovanni Rossodivita : Il drammatico fattaccio di Toro- in data (20/9/2017)
· Giovanni Rossodivita : Un forte segnale di cambiamento e di rinnovamento- in data (16/7/2017)
· hermes_toro : Acqua pubblica: Toro non aderisce all’Egam- in data (16/7/2017)
· Giovanni Rossodivita : Coraggio! Non aderire all'Egam- in data (15/7/2017)
· hermes_toro : Strada Comunale della Selva per Jelsi: i residenti ringraziano- in data (4/7/2017)
· Roby : Roberto Quercio è il nuovo sindaco di Toro, eletto a furor di popolo- in data (21/6/2017)
· Giuseppe : Roberto Quercio è il nuovo sindaco di Toro, eletto a furor di popolo- in data (12/6/2017)
· Giovanni Rossodivita : Per la prima volta a Toro un sindaco di "SInistra"- in data (12/6/2017)
· Giovanni : Sindaco Simonelli: sono stato imparziale e corretto in nome del buonsenso- in data (6/6/2017)
· APA : Sindaco Simonelli: sono stato imparziale e corretto in nome del buonsenso- in data (6/6/2017)
· Giuseppe : Sindaco Simonelli: sono stato imparziale e corretto in nome del buonsenso- in data (5/6/2017)
· Giovanni : Il mistero della Madonna del Pinturicchio, in mostra a Roma- in data (3/6/2017)
· APA : Il mistero della Madonna del Pinturicchio, in mostra a Roma- in data (3/6/2017)
· Giovanni : Il mistero della Madonna del Pinturicchio, in mostra a Roma- in data (2/6/2017)
· michele : Il mistero della Madonna del Pinturicchio, in mostra a Roma- in data (2/6/2017)
· Giuseppe : Il mistero della Madonna del Pinturicchio, in mostra a Roma- in data (2/6/2017)
· APA : Il mistero della Madonna del Pinturicchio, in mostra a Roma- in data (2/6/2017)
Canali
· Home
· @toro.molise.it
· Aggiungi News
· Archivio News
· Argomenti
· Cerca
· Chat
· Dove siamo
· Gli Appuntamenti
· GuestBook
· Login
· Meteo
· News dal vecchio sito
· Sondaggio
· Statistiche
· Tags
· Top 10
· Web Links
Altri articoli
Giovedì, 09 novembre
· Michele Paternuosto sul Corriere della sera: rischio di chiudere
Lunedì, 06 novembre
· Giornata Unità d'Italia e Forze Armate, i ringraziamenti del Sindaco
Venerdì, 03 novembre
· Giornata delle Forze Armate e dell’Unità Nazionale 2017
Giovedì, 02 novembre
· Lutto, è deceduto Giovanni Berardi, di anni 79
· Comune di Toro - Avviso aggiornamento albo scrutatori dei seggio elettorale
Martedì, 31 ottobre
· Mega pranzo per la premiazione 3° torneo misto di bocce Audax
Domenica, 29 ottobre
· I nati nel mitico 1967 hanno festeggiato i loro primi cinquant'anni
Lunedì, 23 ottobre
· I guardiani di Itatiba. Il 1° novembre sarà posta la prima pietra
· 2^ Categoria gir. B (2^): Munxhufuni - Audax Toro 2-1
Mercoledì, 18 ottobre
· Premiazione 3° torneo misto di bocce

Articoli Vecchi
GoogleAdSense
News ante Aprile 2007


· Notizie da gennaio 2004 ad aprile 2007

· Notizie 2002-2003
Intitolato il sagrato del convento al Cardinale Orsini (Papa Benedetto XIII)
Il Consiglio Comunale di Toro nella tornata del 29 settembre u.s. ha deliberato all’unanimità di intitolare il piazzale del Convento di Santa Maria di Loreto al Cardinale Vincenzo Maria Orsini, mecenate e benefattore di Toro



Il convento di Toro in una foto di Sandro Nazzario


L’intitolazione al Cardinale Orsini del sagrato del Convento di Toro è stata ritenuta doverosa sulla scorta delle seguenti ragioni.

- Il Cardinale Vincenzo Maria Orsini (Gravina di Puglia 1650 – Roma 1730), arcivescovo di Benevento per 44 anni, Abate di Santa Sofia di Benevento e Papa Benedetto XIII (1724-1730) è stato una figura storica di primo piano, in particolare della chiesa cattolica.



Benedetto XII, papa Orsini, in una stampa settecentesca



- Soprattutto è stato un benefattore di Toro, appartenuta da sempre e fino al 1983 all’arcidiocesi beneventana.

- Lo scorso mese di febbraio 2017 si è chiusa la fase istruttoria del processo canonico volto alla sua canonizzazione.

- La storia ha riconosciuto all’arcivescovo Orsini capacità e lungimiranza fuori dal comune. A lui si devono, tra l'altro, disposizioni precise e vincolanti per il riordino degli archivi parrocchiali e per la stesura degli atti dei registri di rito, fin lì lasciati all'estro dei parroci che si succedevano nell'incarico; la redazione dei famosi inventari dei beni artistici e patrimoniali di chiese, cappelle e confraternite, con il tesoro di informazioni e mappe ivi conservate; il restauro e la consacrazione degli altari e delle chiese dell’arcidiocesi, testimoniati sistematicamente dalle lapidi incise a ricordo. Insomma è grazie all’arcivescovo Orsini che è arrivata fino a noi una larga fetta della storia dei nostri paesi e di Toro in particolare.

- In riferimento specifico al nostro paese, l’Orsini ha ricoperto la carica di abate di Santa Sofia di Benevento (1696-1730), nella cui giurisdizione feudale ricadevano i feudi molisani di Toro e San Giovanni in Galdo, che in quanto tali hanno goduto per circa sette secoli (1092-1785) del grande privilegio della immunità fiscale.
Il cardinale è stato un mecenate e un benefattore dei due paesi, pur detenendo il potere assoluto, dal momento che alla dignità di arcivescovo e quindi di padrone spirituale univa anche quella di abate e quindi di padrone feudale delle due comunità. Nei loro confronti, è stato assai prodigo di attenzioni.


Ritratto del giovane cardinale Orsini, dettaglio da una tela secentesca del Convento di Toro,.


    Per Toro, in particolare, basterà ricordare;
    - il compenso irrisorio (30 tomoli di grano annui) dietro al quale ha ceduto in affitto il mulino con tre tomoli di terreni circostanti di proprietà abbaziale,
    - l’uso gratuito del palazzo abbaziale,
    - l’erezione a sue spese del Monte Frumentario
    (banca del grano a favore dei poveri che non avevano come procurarsi il grano da seminare, senza ricorrere agli strozzini),
    - e la gran messe di documenti e opere d’arte di pregio rinvenibili nelle chiese del paese, riconducibili alla munificenza dell’illustre prelato, che in modo particolare ha avuto a cuore di restaurare e abbellire il convento di Santa Maria di Loreto, sua prediletta stanza.

    Nel convento di Toro, dove l’Orsini amava soggiornare, si conservano, tra l’altro,
    - un rarissimo ritratto del cardinale da giovane,
    - le lapidi di consacrazione della chiesa e degli altari restaurati dall’Orsini,
    -
    la tela del Rosario, commissionata dall’arcivescovo, del quale è impresso lo stemma cardinalizio, firmata e datata nel 1721 da Nicola Boraglia,
    - il chiostro affrescato nel 1726 proprio in onore dell’Orsini Papa, atteso in paese per la visita pastorale del 1726,
    -
    e la imponente tela della Madonna di Loreto donata da Papa Benedetto XIII alla comunità di Toro (1728).


La delibera è stata posta immediatamente in esecuzione dalla Giunta Comunale con delibera presa in pari data.

La cerimonia di intitolazione della Piazza Cardinale Vincenzo Maria Orsini (Papa Benedetto XIII) è stata programmata per la prossima primavera in concomitanza con la consegna dei lavori dell’imponenterestauro in corso delle 19 lunette del chiostro del Convento, commissionato dalla Soprintendenza ai Beni Artistici del Molise in considerazione del valore storico, artistico e documentario dell’opera realizzata tre secoli fa in onore di Papa Orsini.


Chiostro del convento di Toro, affrescato in onore di Papa Orsini, Il braccio ovest



_________________________


Delibera del Consiglio comunale n, 32 del 29 settembre 2017
di intitolazione del sagrato del Convento al Cardinale Orsini



Delibera della Giunta Ccomunale n, 49 del 29 settembre 2017
di intitolazione del sagrato del Convento al Cardinale Orsini





Stralcio planimetrico del sagrato del Convento


________________


Rasssegna Stampa
11 ottobre 2017

Primo numero. Una piazza per Benedetto XIII: il Papa che ha "scritto" la storia di Toro

Quotidiano del Molise. Toro, il sagrato del convento intitolato al Cardinale Orsini
Postato il Mercoledì, 11 ottobre 2017 @ 01:00:00 di giovanni_mascia
 
Links Correlati
· Inoltre Comune e/o vita politica
· News by giovanni_mascia


Articolo più letto relativo a Comune e/o vita politica:
Comune di Toro: Convocazione Consiglio Comunale Ordinario

Article Rating
Average Score: 0
Voti: 0

Please take a second and vote for this article:

Excellent
Very Good
Good
Regular
Bad

Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

Facebook

Twitter

Msn
Associated Topics

Cultura

"Intitolato il sagrato del convento al Cardinale Orsini (Papa Benedetto XIII)" | Login/Crea Account | 2 commenti | Search Discussion
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli Anonimi, registrati

Un sindaco e relativo consiglio comunale "sotto tutela"! (Voto: 1)
di Giovanni Rossodivita (giovianniross159@gmail.com>) il Sabato, 14 ottobre 2017 @ 17:18:19
(Info Utente )
Dopo la proposta" indecente e oltraggiosa", fatta da Giovanni Mascia, puntuale è arrivata la delibera del nostro consiglio comunale, monocolore (politicamente), e senza opposizione (il che rappresenta" una grave anomalia democratica" nel nostro paesello!), per intitolare il sagrato del nostro convento ad un oscuro e poco augusto personaggio, Maria Vincenzo Orsini, del tutto sconusciuto a Toro, nominato nel secolo ×vlll:Abate, Arcivescovo, Cardinale, e, infine Papa, non certo per meriti e qualità morali, religiosi, ecc., ma solo e semplicemente perché rampollo di una potente e famigerata  famiglia, che rivaleggio' con i Borgia, i Della Rovere, Colonna ecc., in crimini di ogni genere, nella lotta per la conquista del soglio pontificio; e, i cui rampolli passarono per Benevento, come "sacri padroni feudali" dei nostri territori e, quindi, come cinici sfruttatori dei nostri avi, che subirono, da loro, ogni sorta di angherie, di vessazioni, e di violenze! (E Giovanni Mascia vuole far passare, impropriamente e ridicolmente, per benefattore e mecenate: l' Orsini!, che pretendeva per tre tomoli di terra, un affitto di 30 tomoli di grano!). I nostri avi stanno preparando i bastoni e forconi, per saltare fuori dalle loro tombe  il giorno della cerimonia della intitolazione del sagrato, per "accarezzare" i nostri amministratori e il loro "tutore"!  
Giovanni Rossodivita 



Caro Giovanni Rossodivita, impara a leggere! (Voto: 1)
di Giovanni Mascia il Domenica, 15 ottobre 2017 @ 13:06:29
(Info Utente )
Caro Giovanni Rossodivita,
qua di "indecente e oltraggioso" ci sono solo le chiacchiere che scrivi tu.
Indecenti e oltraggiose della verità e della storia.
Primo e soprattutto, perché non sai leggere.

Un solo esempio, I trenta tomoli di grano annui non erano per l'affitto di tre tomoli di terra, come scrivi tu, ma per l'affitto del mulino e di tre tomoli di terra. Cioè i nostri amministratori comunali del tempo pagavano 30 tomoli di grano [30 x 0,45], ossia 13,5 quintali di grano, che al costo di 17 euro al quintale sono pari a 229,5 Euro di affitto all'anno. Cioè pagavano l'equivalente di 19 euro di affitto al mese, ripeto per gestire un mulino e tre tomoli di terra. Se questo è essere sfruttati come dici tu...

Sgarbi ti avrebbe urlato di essere una capra, e non una volta sola. Ma io non lo faccio. Ti invito però a leggere e a stare ai fatti perché l'ignoranza è una brutta bestia.

Lascio stare il resto delle tue farneticazioni, ma è ridicolo definire "sotto tutela" un consiglio comunale solo perché, accogliendo una proposta precisa e documentata e storicamente fondata (*) , ha deciso all'unanimità di intitolare il piazzale del convento "orsiniano per eccellenza" al personaggio che più di tutti e in tutti i tempi ha inciso positivamente sulla vita e sulla storia dei nostri antenati e del nostro paese (leggiti bene la delibera per piacere).

Intitolando il piazzale del convento al famoso Cardinale, il nostro comune si è allineato con realtà grandi e piccole come Benevento, Caserta, Bari, Manfredonia, Gravina di Puglia, Camerino e tante altre città e cittadine italiane che hanno dedicato vie, piazze, monumenti, scuole ecc. a Vincenzo Maria Orsini (papa Benedetto XIII).

Statti bene.
Giovanni Mascia

(*) A tal proposito, ti informo che nel 2008 ho dedicato alla predilezione del cardinale Orsini per Toro un volume stampato con il contributo della Provincia di Campobasso e del Comune di Toro. Tra gli altri, a presentarlo in convento in una serata memorabile davanti a studiosi di mezzo Molise fu il rettore dell'Università del Molise, prof. Giovanni Cannata.



TORO Web ideato e realizzato da Carmine Felice e Giovanni Mascia, con la collaborazione di Sandro Nazzario e Vincenzo Mascia.

phpNuke Theme design by Carmine Felice