TORO Web - Toro, grazie alla sua Tintilia, chiederà di essere Città del Vino
Scrivi a TOROWeb
ToroWeb è dal 1999 a disposizione di Toro e dei toresi. Chiunque, privato o circolo o associazione o ente, abbia notizie, avvisi, foto, dubbi o chiarimenti da pubblicare, può inviare a: redazione@toro.molise.it
Le comunicazioni non firmate non saranno prese in considerazione

P.S.
ToroWeb non è né un partito, né un organo istituzionale. È solo una pagina internet, che vuole raccontare il paese.
Un grazie di cuore ai lettori per l'attenzione che ci accordano da ventidue anni.
Canali
· Home
· @toro.molise.it
· Aggiungi News
· Archivio News
· Argomenti
· Cerca
· Chat
· Dove siamo
· Gli Appuntamenti
· GuestBook
· Login
· Meteo
· News dal vecchio sito
· Sondaggio
· Statistiche
· Tags
· Top 10
· Web Links
Altri articoli
Venerdì, 22 aprile
· Perché si suona Ventunore e perché si chiama così?
Mercoledì, 20 aprile
· Lutto, è deceduta Antonietta Iacobucci di anni 73
Domenica, 17 aprile
· Ma perché Toro si chiama Toro?
Sabato, 16 aprile
· Lutto, è deceduta Pasqualina Parziale di anni 98
Martedì, 12 aprile
· Lutto, è deceduto Mercurio Gagliardi di anni 66
· Pasqua 2022: i riti della Settimana Santa
Domenica, 10 aprile
· Processione San Giuseppe 2022
Giovedì, 07 aprile
· Il vino del Millennio di Campodipietra è la tintilia San Mercurio
Sabato, 02 aprile
· Lutto, è deceduto Michele Spina di anni 54
Venerdì, 01 aprile
· Memorial Carlo Marcucci

Articoli Vecchi
GoogleAdSense
News ante Aprile 2007


· Notizie da gennaio 2004 ad aprile 2007

· Notizie 2002-2003
Ultimi Commenti
· APA : Lutto, è deceduto Gaetano Di Toro di anni 62- in data (19/3/2021)
· Giovanni Mascia : L'Ecce Homo di Toro studiato e presentato in Spagna- in data (13/1/2021)
· Torese : L'Ecce Homo di Toro studiato e presentato in Spagna- in data (13/1/2021)
· Giovanni Mascia : IL BACIO DEL BAMBINO - Sfilata dei toresi con i loro storici soprannomi- in data (11/1/2021)
· Torese : IL BACIO DEL BAMBINO - Sfilata dei toresi con i loro storici soprannomi- in data (11/1/2021)
· Giovanni Mascia : Antiche fotografie toresi di casa Trotta- in data (12/12/2020)
· Torese : Antiche fotografie toresi di casa Trotta- in data (9/12/2020)
· Enzo : Entusiasmante fotografare la cometa Neowise nel nostro cielo- in data (17/7/2020)
· ramossino : Entusiasmante fotografare la cometa Neowise nel nostro cielo- in data (16/7/2020)
· Giovanni Mascia : Festa dell'Incoronata 1905: banda di Riccia a Toro in divisa da Bersagliere- in data (25/10/2019)
· Enzo : Inizio Corso di potatura dell'olivo 2018- in data (18/4/2018)
· Giovanni Mascia : Caro Giovanni Rossodivita, impara a leggere!- in data (15/10/2017)
· Giovanni Rossodivita : Un sindaco e relativo consiglio comunale "sotto tutela"!- in data (14/10/2017)
· Giovanni Mascia : A proposito del tragico fattaccio di settant'anni fa- in data (20/9/2017)
· Giovanni Rossodivita : Il drammatico fattaccio di Toro- in data (20/9/2017)
· Giovanni Rossodivita : Un forte segnale di cambiamento e di rinnovamento- in data (16/7/2017)
· hermes_toro : Acqua pubblica: Toro non aderisce all’Egam- in data (16/7/2017)
· Giovanni Rossodivita : Coraggio! Non aderire all'Egam- in data (15/7/2017)
· hermes_toro : Strada Comunale della Selva per Jelsi: i residenti ringraziano- in data (4/7/2017)
· Roby : Roberto Quercio è il nuovo sindaco di Toro, eletto a furor di popolo- in data (21/6/2017)
Toro, grazie alla sua Tintilia, chiederà di essere Città del Vino
A conclusione del convegno “Vino è vita. A cultura della vite tra trafiione e innovazione nella valle del Tappino”, che si è tenuto a Toro il 21 agosto e ha suscitato tanto interesse non solo tra gli addetti ai lavori, pubblichiamo questa riflessione/resoconto di Pasquale Di Lena, uno dei relatori della serata e con Michele Tanno tra gli scopritori e i fautori del rilancio della Tintilia in Molise, che nella produzione della Cantina Herero (Tintilia San Mercurio e Tintilia Herero 16) ha trovato uno delle migliori espressioni, con riconoscimenti assai importanti.



Il sindaco di Toro Roberto Quercio con Michele Tanno

Il sindaco Roberto Quercio, ieri sera, nel corso dell’incontro “Vino e Vita” ha dichiarato che la sua amministrazione farà domanda per entrare nell’Associazione Nazionale delle Città del Vino, che ha sede a Siena e tutto grazie al rilancio della viticoltura sul territorio del suo Comune, da sempre vocato a questa coltivazione.



Concetta Fornaro, Giovanni Mascia e Pasquale di Lena

E di questa vocazione alla vite ne ha parlato con dovizia di particolari, Giovanni Mascia, che ha aperto gli interventi e coordinato con maestria l’incontro che ha coperto l’intera serata. Una vocazione fatta propria da Concetta Fornaro e Michele Lauriola con l’impianto di un vigneto tutto a Tintilia e la costituzione, nel 2013 dell’azienda Herero, che già con le due prime vinificazione di questa deliziosa uva, un San Mercurio 2014 e un Herero 16, annata 2015, entrambi “Tintilia del Molise” Doc, hanno iniziato a mietere successi con medaglie in concorsi importanti.

A me, fondatore e promotore nel 1987, grazie all’Ente Mostra Vini – Enoteca Italiana di Siena, allora presieduto dal Sen. Riccardo Margheriti, oggi uno degli ambasciatori di questa prestigiosa Associazione, delle Città del Vino, ha fatto particolarmente piacere quest’annuncio. E’ così che Toro, il piccolo Comune che guarda la Val Tappino che, da Campobasso scende verso il Fortore e vede da vicino le dolci colline della Daunia che aprono alla Provincia di Foggia, una volta accolta la domanda di adesione, diventerà, dopo Campomarino, la seconda Città del Vino del Molise.





A parlare della storia della Tintilia e del suo rilancio nel Molise, chi questa storia l’ha scritta e pubblicata e chi, più di altri si è adoperato per la sua riscoperta e il suo rilancio, l’agronomo Michele Tanno. Una sequenza di slide a far vedere e spiegare le origini e la storia di questo vitigno che dalla metà del ‘700 è andato ad arricchire le vigne di uve bianche della provincia più vitata del Regno di Napoli, in quel tempo nelle mani dei francesi. Un’esposizione, chiara , precisa, puntuale propria di un bravo e capace divulgatore qual è Michele Tanno.



Intervento di Pasquale Di Lena

Nel mio intervento , a proposito della riscoperta di questo vitigno, e, soprattutto, del suo rilancio, dopo l’inserimento (1988) nel disciplinare di produzione della Terza Doc “Molise o del Molise”, ho ricordato l’intervento decisivo, in occasione della pubblica audizione (1986) indetta dal Comitato Nazionale Vini, di Gasperino Di Lisa, di dare un limite, l’altitudine, se si voleva rilanciare la Tintilia nelle sue aree vocate, le colline interne del Molise, e non confonderla con la vitivinicoltura della fascia litorale, anche se importante per i suoi vini di grande qualità. Se si voleva dare alla Tintilia il non facile compito di trascinare l’intero comparto e, con esso, l’agricoltura molisana, ancora oggi la principale attività produttiva. L’indicazione dei 200 m.s.l.m. decisa dal Comitato Nazionale Vini al momento dell’approvazione del disciplinare i produzione è risultata decisiva per gli spazi conquistati dal vino, che, nel 2011, diventerà la quarta doc riconosciuta con il nome ”Tintilia del Molise”.



Il consigliere regionale Gianluca Cefaratti

Dopo la storia così ben raccontata da Mascia e Tanno, due interventi intervallati dai saluti del sindaco Roberto Quercio e del vice presidente del Consiglio regionale, Gianluca Cefaratti, a me è toccato parlare del futuro di questo vino e delle sue enormi potenzialità se le aziende che lo producono, il consorzio di tutela che lo rappresenta e le istituzioni preposte, ai vari livelli, riescono a lavorare in rete e sono capaci di creare le strategie di marketing adatte a dare immagine ai territori che il vino Tintilia rappresenta come primo testimone. E’ dentro questa strategia il futuro di un vino vincente che gli esperti hanno imparato a conoscere per le sue spiccate caratteristiche Si tratta di fare rete iniziando da quello che a Toro è già successo – un vero miracolo per il Molise – l’incontro e il dialogo tra l’istituzione, il Comune, e l’azienda che produce “le Tintilie” vincenti, la “Herero”.

Un incontro che deve diventare dialogo e, poi, unità d’azione permanente con il coinvolgimento di altre aziende del territorio, del Consorzio di tutela della Tintilia, altri sindaci, e, con essi, la Regione, per adeguare programmi e strategie, e la stessa Unimol, per introdurre le necessarie innovazioni, in modo da rendente il vino Tintilia non solo il testimone principe, ma, anche, il promotore di un rilancio di quel bene comune, sempre più sacro, che è il territorio. Il solo tesoro che abbiamo, pieno di valori e di risorse, non ultima l’ospitalità. E’ l’ospitalità territoriale un’arma vincente per un turismo del vino e del cibo che, con l’agricoltura legata alla tradizione, può rappresentare il valore aggiunto e la grande opportunità per un nuovo tipo di sviluppo di cui ha bisogno fortemente il Molise. Soprattutto per frenare l’emorragia di giovani e lo spopolamento di molti piccoli centri, che sono tanta parte dell’identità molisana.




Il dialogo, la rete, il coinvolgimento, la comunicazione, l’unità d’intenti, il sogno del domani, gli elementi che hanno caratterizzata la serata, illuminata da un cielo stellato, nella Piazza Trotta, davanti alla scalinata della Chiesa madre, piena di gente molto attenta ad ascoltare. E’ bello sognare il domani e sapere che ogni sogno, basta volerlo, si può realizzare.

Pasquale Di Lena
Postato il Venerdì, 23 agosto 2019 @ 12:09:53 di giovanni_mascia
 
Links Correlati
· Inoltre Cultura
· News by giovanni_mascia


Articolo più letto relativo a Cultura:
Presentazione di "Affreschi per il Papa": una serata indimenticabile

Article Rating
Average Score: 0
Voti: 0

Please take a second and vote for this article:

Excellent
Very Good
Good
Regular
Bad

Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

Facebook

Twitter

Msn
Associated Topics

Lavoro Medicina e assistenza

"Toro, grazie alla sua Tintilia, chiederà di essere Città del Vino" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli Anonimi, registrati

TORO Web ideato e realizzato da Carmine Felice e Giovanni Mascia, con la collaborazione di Sandro Nazzario e Vincenzo Mascia.

phpNuke Theme design by Carmine Felice