TORO Web - RACCONTO - La piscina della scuola
Scrivi a TOROWeb
ToroWeb è dal 1999 a disposizione di Toro e dei toresi. Chiunque, privato o circolo o associazione o ente, abbia notizie, avvisi, foto, dubbi o chiarimenti da pubblicare, può inviare a: redazione@toro.molise.it
Le comunicazioni non firmate non saranno prese in considerazione

P.S.
ToroWeb non è né un partito, né un organo istituzionale. È solo una pagina internet, che vuole raccontare il paese.
Un grazie di cuore ai lettori per l'attenzione che ci accordano da ventidue anni.
Canali
· Home
· @toro.molise.it
· Aggiungi News
· Archivio News
· Argomenti
· Cerca
· Chat
· Dove siamo
· Gli Appuntamenti
· GuestBook
· Login
· Meteo
· News dal vecchio sito
· Sondaggio
· Statistiche
· Tags
· Top 10
· Web Links
Altri articoli
Domenica, 22 agosto
· Lutto, è deceduto Michele Paventi di anni 90
Venerdì, 20 agosto
· Lutto, è deceduto Dante Luminiello di anni 90
Giovedì, 19 agosto
· Toro in Cartolina: presentazione del nuovo libro illustrato a colori
Martedì, 17 agosto
· Serata culturale in ricordo di Enzo Nocera
Lunedì, 16 agosto
· Lutto, è deceduto Mario Iacobacci
Giovedì, 12 agosto
· Comune di Toro: Convocazione Consiglio Comunale Straordinario on line
· Lutto, è deceduto Antonio D'Avanti di anni 95
Mercoledì, 11 agosto
· Calici sotto le stelle: da Toro al "Vigneto Herero"
Lunedì, 09 agosto
· Lutto, è deceduta Pasquala Maria Nicola Rossi di anni 94
Domenica, 08 agosto
· Toro in Festa 2021 - Il programma degli appuntamenti

Articoli Vecchi
GoogleAdSense
News ante Aprile 2007


· Notizie da gennaio 2004 ad aprile 2007

· Notizie 2002-2003
Ultimi Commenti
· APA : Lutto, è deceduto Gaetano Di Toro di anni 62- in data (19/3/2021)
· Giovanni Mascia : L'Ecce Homo di Toro studiato e presentato in Spagna- in data (13/1/2021)
· Torese : L'Ecce Homo di Toro studiato e presentato in Spagna- in data (13/1/2021)
· Giovanni Mascia : IL BACIO DEL BAMBINO - Sfilata dei toresi con i loro storici soprannomi- in data (11/1/2021)
· Torese : IL BACIO DEL BAMBINO - Sfilata dei toresi con i loro storici soprannomi- in data (11/1/2021)
· Giovanni Mascia : Antiche fotografie toresi di casa Trotta- in data (12/12/2020)
· Torese : Antiche fotografie toresi di casa Trotta- in data (9/12/2020)
· Enzo : Entusiasmante fotografare la cometa Neowise nel nostro cielo- in data (17/7/2020)
· ramossino : Entusiasmante fotografare la cometa Neowise nel nostro cielo- in data (16/7/2020)
· Giovanni Mascia : Festa dell'Incoronata 1905: banda di Riccia a Toro in divisa da Bersagliere- in data (25/10/2019)
· Enzo : Inizio Corso di potatura dell'olivo 2018- in data (18/4/2018)
· Giovanni Mascia : Caro Giovanni Rossodivita, impara a leggere!- in data (15/10/2017)
· Giovanni Rossodivita : Un sindaco e relativo consiglio comunale "sotto tutela"!- in data (14/10/2017)
· Giovanni Mascia : A proposito del tragico fattaccio di settant'anni fa- in data (20/9/2017)
· Giovanni Rossodivita : Il drammatico fattaccio di Toro- in data (20/9/2017)
· Giovanni Rossodivita : Un forte segnale di cambiamento e di rinnovamento- in data (16/7/2017)
· hermes_toro : Acqua pubblica: Toro non aderisce all’Egam- in data (16/7/2017)
· Giovanni Rossodivita : Coraggio! Non aderire all'Egam- in data (15/7/2017)
· hermes_toro : Strada Comunale della Selva per Jelsi: i residenti ringraziano- in data (4/7/2017)
· Roby : Roberto Quercio è il nuovo sindaco di Toro, eletto a furor di popolo- in data (21/6/2017)
RACCONTO - La piscina della scuola
Il racconto del Figlio del fornaio ci riporta ai primi anni Sessanta, quando fu realizzata la nuova scuola elementare di Toro. Nonostante i quasi cinquant'anni trascorsi, il racconto presenta situazioni che, purtroppo, sono ancora di attualità in qualche modo: il municipio crepato e pericolante, la scuola non ancora agibile, le lezioni impartite in area di fortuna... Buon divertimento.

Nei primi anni Sessanta, la scuola ricavata nel vecchio municipio dovette essere necessariamente chiusa. C’erano vistose crepe dappertutto. Fu per tale motivo che un anno scolastico, noi scolari lo trascorremmo, almeno fino a novembre, per le campagne di Toro. Ogni scolaresca si prendeva un proprio spazio: la signora Doretta prediligeva l’area sotto la vecchia quercia di Caranello, il maestro Paoletti immancabilmente vicino alla quercia di costei. Le querce non si cercavano ma i loro abitatori sì, sempre. Solo la maestra Giovanna amava appartarsi lontano, fino al casino dei Magno. Studiare all’aperto era molto bello ma ci si distraeva facilmente. Passavano i contadini presso le scolaresche all’aperto che pretendevano salutare i propri figli o nipoti, donando a volte anche della frutta da mangiare.

Fu questa singolare situazione ad accelerare la costruzione della nuova scuola, fuori dal paese, lassù, vicino al convento. Scavate le ampie fondazioni, la costruzione della scuola fu in seguito inspiegabilmente bloccata. Passarono mesi e quelle fondazioni si riempirono d’acqua. Non ci sembrava vero, a noi ragazzi, che potessimo avere delle piscine vicino casa e quelle pozzanghere divennero la nostra attrazione maggiore. Non era acqua corrente e pulita, perché stagnante, quindi anche maleodorante: ma a noi piccoli la cosa non interessava, a noi faceva comodo sguazzare nell’acqua per nuotare in qualche modo.

Avvenne un giorno che al figlio del fornaio furono sottratti tutti i suoi poveri abiti, mutande comprese, mentre felice era intento a nuotare. Appresa la notizia del grave furto, rimase nell’acqua fino a sera e non voleva uscirne perché si vergognava delle sue nudità. Intanto accorsero anche tante bimbe che lo prendevano in giro. Cominciava a far freddo ma lui non voleva saperne di tornare a casa ignudo.

Saputa dell’ imbarazzante situazione del nipote, la zia del nuotatore, impaurita che costui potesse ammalarsi in quelle condizioni, si precipitò presso la scuola in costruzione. Fu salutata dalle urla divertite dei ragazzi, che sempre più numerosi assistevanoe alla scena inusuale. La zia ingiunse al ragazzo di uscire dall’acqua, ma il ragazzo non ne voleva sapere affatto di uscire nudo da quel pantano. Spazientita, la zia lo afferrò per i capelli e, presa una carriola dal vicino cantiere, lo caricò sopra e trionfalmente si avviò verso il paese. Lei alla guida della carriola, il nipote nudo sopra, e uno stuolo di ragazzi divertiti che seguivano in processione il curioso corteo. Inutile dire che quella oscena processione al ragazzo non faceva piacere perché non gli piaceva mostrarsi, ora da dietro, ora davanti, ignudo, sulla fredda carriola. Solo del fango lo rivestiva a tratti, ma non bastava a nascondere le nudità. La zia, esausta dopo il lungo e trionfale percorso, scaricò il ragazzo sul ballatoio di casa e con una potente pompa provvide ad irrorare e pulire dal fango il nuotatore, tra le risate della piccola folla.

Da quel giorno, il figlio del fornaio non avvertì più alcun pudore per le sue vergogne, ormai queste erano note a tutti in paese.

Il figlio del fornaio
Postato il Martedì, 08 maggio 2007 @ 12:31:28 di giovanni_mascia
 
Links Correlati
· Inoltre Poesie e racconti
· News by giovanni_mascia


Articolo più letto relativo a Poesie e racconti:
Burle e rivalità campanilistiche: a Monacilioni le raccontano così

Article Rating
Average Score: 0
Voti: 0

Please take a second and vote for this article:

Excellent
Very Good
Good
Regular
Bad

Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

Facebook

Twitter

Msn
Associated Topics

Poesie e racconti

"RACCONTO - La piscina della scuola" | Login/Crea Account | 1 commento | Search Discussion
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli Anonimi, registrati

Re: RACCONTO - La piscina della scuola (Voto: 1)
di Giancarlo il Martedì, 08 maggio 2007 @ 13:09:18
(Info Utente )
Molto bello questo racconto! Complimenti al figlio del fornaio!


TORO Web ideato e realizzato da Carmine Felice e Giovanni Mascia, con la collaborazione di Sandro Nazzario e Vincenzo Mascia.

phpNuke Theme design by Carmine Felice