TORO Web - 80 anni fa, 26 agosto 1935, la reliquia del braccio di San Mercurio a Toro
Scrivi a TOROWeb
ToroWeb è dal 1999 a disposizione di Toro e dei toresi. Chiunque, privato o circolo o associazione o ente, abbia notizie, avvisi, foto, dubbi o chiarimenti da pubblicare, può inviare a: redazione@toro.molise.it
Le comunicazioni non firmate non saranno prese in considerazione

P.S.
ToroWeb non è né un partito, né un organo istituzionale. È solo una pagina internet, che vuole raccontare il paese.
Un grazie di cuore ai lettori per l'attenzione che ci accordano da ventidue anni.
Canali
· Home
· @toro.molise.it
· Aggiungi News
· Archivio News
· Argomenti
· Cerca
· Chat
· Dove siamo
· Gli Appuntamenti
· GuestBook
· Login
· Meteo
· News dal vecchio sito
· Sondaggio
· Statistiche
· Tags
· Top 10
· Web Links
Altri articoli
Venerdì, 22 aprile
· Perché si suona Ventunore e perché si chiama così?
Mercoledì, 20 aprile
· Lutto, è deceduta Antonietta Iacobucci di anni 73
Domenica, 17 aprile
· Ma perché Toro si chiama Toro?
Sabato, 16 aprile
· Lutto, è deceduta Pasqualina Parziale di anni 98
Martedì, 12 aprile
· Lutto, è deceduto Mercurio Gagliardi di anni 66
· Pasqua 2022: i riti della Settimana Santa
Domenica, 10 aprile
· Processione San Giuseppe 2022
Giovedì, 07 aprile
· Il vino del Millennio di Campodipietra è la tintilia San Mercurio
Sabato, 02 aprile
· Lutto, è deceduto Michele Spina di anni 54
Venerdì, 01 aprile
· Memorial Carlo Marcucci

Articoli Vecchi
GoogleAdSense
News ante Aprile 2007


· Notizie da gennaio 2004 ad aprile 2007

· Notizie 2002-2003
Ultimi Commenti
· APA : Lutto, è deceduto Gaetano Di Toro di anni 62- in data (19/3/2021)
· Giovanni Mascia : L'Ecce Homo di Toro studiato e presentato in Spagna- in data (13/1/2021)
· Torese : L'Ecce Homo di Toro studiato e presentato in Spagna- in data (13/1/2021)
· Giovanni Mascia : IL BACIO DEL BAMBINO - Sfilata dei toresi con i loro storici soprannomi- in data (11/1/2021)
· Torese : IL BACIO DEL BAMBINO - Sfilata dei toresi con i loro storici soprannomi- in data (11/1/2021)
· Giovanni Mascia : Antiche fotografie toresi di casa Trotta- in data (12/12/2020)
· Torese : Antiche fotografie toresi di casa Trotta- in data (9/12/2020)
· Enzo : Entusiasmante fotografare la cometa Neowise nel nostro cielo- in data (17/7/2020)
· ramossino : Entusiasmante fotografare la cometa Neowise nel nostro cielo- in data (16/7/2020)
· Giovanni Mascia : Festa dell'Incoronata 1905: banda di Riccia a Toro in divisa da Bersagliere- in data (25/10/2019)
· Enzo : Inizio Corso di potatura dell'olivo 2018- in data (18/4/2018)
· Giovanni Mascia : Caro Giovanni Rossodivita, impara a leggere!- in data (15/10/2017)
· Giovanni Rossodivita : Un sindaco e relativo consiglio comunale "sotto tutela"!- in data (14/10/2017)
· Giovanni Mascia : A proposito del tragico fattaccio di settant'anni fa- in data (20/9/2017)
· Giovanni Rossodivita : Il drammatico fattaccio di Toro- in data (20/9/2017)
· Giovanni Rossodivita : Un forte segnale di cambiamento e di rinnovamento- in data (16/7/2017)
· hermes_toro : Acqua pubblica: Toro non aderisce all’Egam- in data (16/7/2017)
· Giovanni Rossodivita : Coraggio! Non aderire all'Egam- in data (15/7/2017)
· hermes_toro : Strada Comunale della Selva per Jelsi: i residenti ringraziano- in data (4/7/2017)
· Roby : Roberto Quercio è il nuovo sindaco di Toro, eletto a furor di popolo- in data (21/6/2017)
80 anni fa, 26 agosto 1935, la reliquia del braccio di San Mercurio a Toro
80 anni fa, 26 agosto 1935. Una delegazioni di toresi, capitanata dai fratelli Trotta, il Prefetto di Avellino, Nicola Errico Trotta, e il Podestà di Toro, Domenico Trotta, e dal parroco del tempo, don Domenico Polcini, ottennero una insigne reliquia di San Mercurio, dall'abate del Santuario di Montevergine, che ha in custodia i resti mortali del nostro glorioso Santo Patrono,
Ne mostriamo le foto inedite, che abbiamo avuto il piacere di fotografare in una recente visita al santuario.



Statua di San Mercurio Martire, Patrono di Toro


E' noto che le ossa del santo martire, furono portate in Italia nel 663 d.C, dall'imperatore bizantino Costante II affinché gli propiziassero la vittoria contro i Longobardi. Fu invece sconfitto e costretto a precipitosa fuga. Il Corpo Santo fu rinvenuto un secolo dopo dal principe Longobardo Arechi II che il 26 agosto 768 d.C: lo traslò da Mirabella Eclano alla capitale Benevento, posizionandolo sotto l'altare maggiore della basilica di Santa Sofia. Successivamente quando i Normanni sconfissero i Longobardi, traslarono le ossa a Montevergine (AV). dove riposano ancora oggi.
Nel 1935, sicuramente per intercessione di Nicola Enrico Trotta, che esercitava la carica di prefetto di Avellino, Toro finalmente ottenne una importante reliquia del suo Santo Patrono, com'è certificato dal Verbale di consegna conservato presso l'Archivio Parrocchiale di Toro.


Toro. Chiesa Parrocchiale. Altare privilegiato di San Mercurio.
Nel tabernacolo è conservato la teca di cristallo e argento con l'osso del braccio di San Mercurio.
Sul leggio il verbale di consegna della reliquia, stilato il 26 agosto 1935 dall'abate di Montevergine.



Il verbale di consegna della reliquia, del 26 agosto 1935, per opera dell'abate di Montevergine.



Prima pagina del verbale di consegna della reliquia del 26 agosto 1935, per opera dell'abate di Montevergine..


Il testo recita:
    CAPITOLO CATTEDRALE DI MONTEVERGINE

                        Nel nome di nostro Signore
                        Gesù Cristo
    L'anno 1935, il giorno 26 agosto, alle ore 11 antim. l'Ill.mo e Rev.mo P. Abate Ordinario D. Giuseppe Ramiro Marcone, alla presenza di S.E. il Gr. Ufficiale Dott. Enrico Trotta, Prefetto di Avellino, del Sac. Domenico Polcini, Arciprete di Toro (Campobasso) e del Comm. Avv. Domenico Trotta, Podestà di Toro, non che di altri fedeli venuti in pellegrinaggio da Toro, ordinò al P. D, Carlo Rabasca sacrista di Montevergine di estrarre l'urna contenente il corpo di S. Mercurio Martire dalla sua nicchia e di collocarla sull'altare della cappella di S. Guglielmo.
    Il Rev.mo P. Abate Ordinario tolse i suggelli dell'urna suddetta ed estrasse un osso lungo 25 cm che fece dividere in...



Seconda pagina del verbale di consegna della reliquia del 26 agosto 1935, per opera dell'abate di Montevergine..


    ... due parti e collocare in un apposito tubo di cristallo, che a sua volta fu chiuso in una piccola urna di argento e di cristalli.
    Il Rev.mo P. Abate Ordinario appose i suoi suggelli sia al tubo di cristallo contenente la Reliquia di San Mercurio, si alla'urna in cui questa fu collocata. Di poi ordinò che si cantasse l'inno dei Martiri e si impartisse ai fedeli presenti la Benedizione con la Reliquia.
    Il presente verbale è stato redatto in due copie, di cui una si conserva in Montevergine, l'altra nell'Archivio parrocchiale di Toro.
    Montevergine, 26 agosto 1935
                  + Giuseppe Ramiro Marcone Ab Ordinario
                  Enrico Trotta, prefetto di Avellino
                  Domenico Trotta, Podestà di Toro
                  Domenico Polcini, Arciprete di Toro

                  P.D. Carlo Rabasca O.S.B. Sacrista



NOTA BENE
Segue una postilla, datata 2006 in cui monsignor Armando Dini arcivescovo di Campobasso pro tempore traslava (improvvidamente) la reliquia in un altro reliquiario, di forma e materiali diversi, adducendo il deterioramento di quello originale del 1935. Erano presenti il parroco di Toro fra Tomaso Rignanese, e il segretario don Giovanni Cerio.
Per fortuna, successivamente si è posto rimedio alla sostituzione di cui alla postilla. La reliquia di San Mercurio è stata riposizionata nel suo scrigno originario, che - diversamente da quanto verbalizzato - è in perfetto stato di conservazione come dimostra la fotografia che pubblichiamo in fondo a questo articolo.
Detto tra parentesi, analoga sostituzione fu operata anche con la microscopica reliquia di San Rocco, conservata nella sua cappella. Purtroppo, in quel caso senza che nessuno si preoccupasse di recuperare il reliquiario originale, funzionale e assai più decoroso del moderno (se ne parla qui, clicca).



Santuario di Montevergine



Immagine della Vergine miracolosa di Montevergine.



Santuario di Montevergine, Ingresso della Cripta di San Guglielmo,
dove sono conservati i corpi di diversi Santi, tra cui quello di San Mercurio



Santuario di Montevergine, Cripta di San Guglielmo



Santuario di Montevergine, Cripta di San Guglielmo,
altari e nicchie con le urne dei corpi dei Santi



Santuario di Montevergine, Cripta di San Guglielmo,
Altare di San Mercurio Martire e San Potito



Santuario di Montevergine, Cripta di San Guglielmo,
Oltre la grata di protezione, l'urna con i resti mortali di San Mercurio






Santuario di Montevergine, Cripta di San Guglielmo, l'urna con il Corpo di San Mercurio



Chiesa Parrocchiale di Toro, l'urna di cristallo e argento con la reliquia del braccio di San Mercurio
Come si vede, la teca torese ricorda l'urna di Montevergine
(Foto Sergio De Vivo, scattata il 23 agosto 2013 in occasione della solenne riapertura della nostra chiesa)



Un'ultima annotazione. La delegazione e i fedeli toresi in pellegrinaggio a Montevergine il 26 agosto di ottant'anni fa, fece ritorno a Toro il 28 agosto a sera. Racconta don Mercurio Simonelli che lui nacque, proprio mentre la processione dei pellegrini con il braccio di San Mercurio passava davanti casa sua in via Pozzillo. Tremenda forza di quella coincidenza: era inevitabile che fosse battezzato Mercurio e che in qualche modo seguisse le orme del Santo, prima come Fratello delle Scuole Cristiane e poi come sacerdote. Auguri di cuore da parte di tutti noi, per l'onomastico e l'imminente traguardo degli ottant'anni.

Nota: Foto di Enzo Mascia e Nunzio Fanelli
Postato il Martedì, 25 agosto 2015 @ 10:20:00 di enzo_mascia
 
Links Correlati
· Inoltre Chiesa Parrocchia Caritas
· News by enzo_mascia


Articolo più letto relativo a Chiesa Parrocchia Caritas:
Entusiasmo e commozione: riaperta al culto la nostra chiesa madre

Article Rating
Average Score: 0
Voti: 0

Please take a second and vote for this article:

Excellent
Very Good
Good
Regular
Bad

Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

Facebook

Twitter

Msn
"80 anni fa, 26 agosto 1935, la reliquia del braccio di San Mercurio a Toro" | Login/Crea Account | 2 commenti | Search Discussion
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli Anonimi, registrati

Macabra frantumazione di ossa umane (Voto: 1)
di Giovanni Rossodivita (giovianniross159@gmail.com>) il Giovedì, 27 agosto 2015 @ 10:21:13
(Info Utente )
Fa un certo macabro effetto leggere il racconto della messa in scena, alla presenza di autorità civili e religiose, della riesumazione dello scheletro e della frantumazione di un osso, di un antico e povero sconosciuto, a cui, vecchi "marpioni" hanno dato, in modo fantasioso e interessato, il nome di S.Mercurio!
C'é chi frantuma antiche statue, e chi vecchi scheletri, per alimentare le proprie superstizioni, che, per nobilitarle, definisce religioni!
Strano, quando frequentavo la chiesa e l'oratorio, non ho mai sentito parlare alcuno di reliquie nascoste nei tabernacoli dei tanti altari della nostra chiesa, nemmeno da parte di don Camillo, né l' ho visto mai portare qualche teca contenente reliquie nelle processioni: forse, anche lui, non ci credeva!
Comunque, io ho deciso di farmi cremare, quando verrà il momento, proprio per evitare che qualche monaco fondamentalista e integralista, preso da un sacro furore religioso, possa, un domani, frantumare le mie ossa, e distribuirle a destra e a manca, spacciandole per le reliquie di S.Giovanni Battista! Brrr!
Giovanmi Rossodivita



Polemiche sì, ma i fatti sono fatti (Voto: 1)
di Giovanni Mascia il Giovedì, 27 agosto 2015 @ 23:14:17
(Info Utente )
Carissimo Giovanni Rossodivita,
non sarò certo io a cercare di controbattere le tue convinzioni sulle reliquie.
Però devi essere accorto quando si tratta di riferire fatti, non convinzioni.
La reliquia di San Mercurio è dal 1935, da quando è stata portata a Toro, che è "esposta" con ogni solennità nel tabernacolo del cappellone di San Mercurio. Non nascosta, come dici tu, ma esposta con l'onore che le conviene dietro la piccola vetrata del tabernacolo, esattamente proprio come si vede nella seconda foto dell'articolo. E tieni presente che già ai tempi di Don Camillo c'era una fittissima cornice di minuscole lampadine che ne illuminava l'interno.
Peggio per te se non ci hai mai fatto caso e se non ne hai mai sentito parlare. Saresti dovuto essere più attento per risparmiarti questa brutta figura.
Non è vero poi che Don Camillo non avesse mai portato la teca del Santo in processione. Per esempio, in occasione della festa del 1952 che fu detta del Centenario (tenendo presente che San Mercurio fu martirizzato attorno al 250 d.C.), la reliquia fu solennemente portata in processione. C'è una foto che lo comprova scattata sotto il Barbacane, appunto, durante la processione del 1952.
Per il resto, mi compiaccio che sei sempre in forma polemica,
Statti bene
Giovanni


Processione San Mercurio 26 agosto 1952. Feste centenarie.
Alle spalle dei fratii e dei preti (al centro c'è il parroco Don Camillo), la reliquia di San Mercurio


TORO Web ideato e realizzato da Carmine Felice e Giovanni Mascia, con la collaborazione di Sandro Nazzario e Vincenzo Mascia.

phpNuke Theme design by Carmine Felice