Lista "Per chi ci crede" di Gianna Cassetta: il programma
Data: Wednesday, 16 May 2007 @ 00:49:11
Argomento: Comune e/o vita politica


Riceviamo e pubblichiamo il programma politico amministrativo della lista Cassetta.

Elezioni amministrative del Maggio 2007
PROGRAMMA POLITICO AMMINISTRATIVO COMUNALE
LISTA “PER CHI CI CREDE”.




Obiettivo primario sarà quello di cogliere appieno, le potenzialità del sistema economico produttivo locale, nonché di vivibilità del nostro paese ed invertire l’attuale tendenza che vede progressivamente diminuire la popolazione residente.
È un progetto che si rivolge a tutti i cittadini di Toro, indipendentemente dalla loro convinzione politica, da attuare nel pieno rispetto della legalità e della trasparenza amministrativa, che deve considerarsi aperta al confronto, all’approfondimento ed all’arricchimento nel corso della campagna elettorale.
Il Comune e le sue risorse umane costituiscono il soggetto promotore e regolatore dello sviluppo economico e dei bisogni sociali a favore dell’intera comunità.
Il programma mira, con il contributo di quanti sostengono la lista, a trasformare la Casa Comunale nel centro promotore e regolatore dell’economia locale e dei bisogni dell’intera comunità. I cittadini saranno posti sempre nella condizione di contribuire alle scelte che il Sindaco, la Giunta e il Consiglio Comunale dovranno operare nel corso del mandato amministrativo con l’apporto delle associazioni culturali, sindacali e di rappresentanza delle categorie produttive, delle comunità religiose e delle espressioni del volontariato cattolico e laico.

ORGANIZZAZIONE AMMINISTRATIVA COMUNALE
Condizione indispensabile per attuare il programma comunale è quella di favorire un processo di modernizzazione e razionalizzazione dell’organizzazione amministrativa dell’ente che coinvolga il suo personale attraverso una migliore allocazione ed ottimizzazione delle risorse, dei processi interni e dei sistemi gestionali dell’ente, della modalità di erogare i Servizi pubblici, della pianificazione economica e del controllo di gestione.
Relativamente al decentramento dei servizi verrà prevista la possibilità di spostare alcuni sportelli per il pubblico in locali ubicati nella parte centrale del nostro paese, allo scopo di evitare disagi alla nostra popolazione costituita per lo più da anziani. Il Comune di Toro dovrebbe, in sinergia con i Comuni limitrofi, mettere in atto processi di informatizzazione diretti a migliorare l’efficienza operativa interna della Amministrazione ed erogare i servizi ai cittadini e alle imprese on-line. Questo si potrà realizzare utilizzando le risorse nazionali messe a disposizione dei Comuni da parte del Dipartimento dell’Innovazione e delle Tecnologie della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Inoltre si vuole realizzare una “Carta dei diritti e dei servizi del cittadino” che dia garanzie al cittadino in ordine a ciò che dovrà aspettarsi dalla nuova amministrazione (tempi e modalità di disbrigo di pratiche, tempi di evasione delle istanze, di rilascio delle autorizzazioni, di risposta di eventuali reclami etc).
- Pianificazione e Controllo di Gestione della struttura amministrativa del Comune.
- Istituzione di un Osservatorio sulle provvidenze previste a favore dei Comuni da disposizioni Provinciali, Regionali, Nazionali e Comunitarie.
- Valorizzazione e ottimizzazione delle risorse umane e professionali del personale comunale.
- Carta dei diritti e dei servizi del cittadino.
- Rispetto della legalità e della trasparenza amministrativa.
- Recupero dei tributi comunali evasi.
- Educazione alla legalità e difesa dei cittadini e delle imprese.
- Organizzazione di un adeguato sistema di protezione civile.

LAVORO E POLITICHE GIOVANILI
Uno degli obiettivi principali da raggiungere è quello di lavorare per evitare che i giovani toresi siano costretti ad andar via dal proprio paese per la ricerca di una occupazione.
La sfida si gioca principalmente sul terreno della informazione, della formazione e della assistenza a favore del giovane.
Il Comune sulla scorta anche di altre efficaci iniziative sul lavoro svolte da altre amministrazioni deve promuovere un vero patto sul lavoro con altri soggetti quali istituti, associazioni, sindacati, enti di formazione, ordini professionali per rimuovere gli ostacoli finanziari e burocratici nella fase iniziale di sviluppo e di pianificazione dell’iniziativa lavorative. Il giovane torese deve trovare il terreno fertile e il sostegno dell’amministrazione per potere mettere in atto le proprie idee e il proprio progetto di vita professionale:
- Favorire ed incentivare la partecipazione dell’associazionismo e del Volontariato attraverso l’istituzione di strutture di aggregazione sociale atte ad evitare il disagio giovanile.
- Allestimento di una sala internet per i giovani e di un locale dove possano incontrarsi e socializzare.

URBANISTICA LAVORI PUBBLICI - TERRITORIO E AMBIENTE
Per quanto riguarda l’assetto urbanistico l’impegno prioritario è quello della immediata realizzazione del Piano Regolatore Generale. Questo dovrà essere improntato alla rivalutazione, al risanamento del centro storico, al potenziamento dell’arredo urbano e del verde pubblico non solo nel centro ma anche e soprattutto nelle periferie; alla riqualificazione delle zone degradate, alla individuazione di nuove aree per l’edilizia convenzionata e sovvenzionata nonché quella pubblica e privata. Dovrà essere mirato, in altre parole, ad una migliore e più moderna vivibilità nel rispetto della qualità ambientale nel convincimento che non c’è incompatibilità tra rispetto dell’ambiente e sviluppo socio-economico.
La gestione di una pubblica illuminazione finalizzata non solo al risparmio e al contenimento energetico ma anche ad una migliore vivibilità è considerato anche uno degli obiettivi prioritari.
A tal fine intendiamo individuare aree nelle quali installare le strutture necessarie alla produzione di energia elettrica alternativa utilizzando i finanziamenti e gli incentivi promossi dallo Stato o quelli promossi da società private.

Urbanistica
- Individuazione di nuove aree per l’edilizia convenzionata e sovvenzionata.
- Individuazione di nuove aree per l’edilizia pubblica e privata.
- Recupero degli immobili fatiscenti nel centro urbano.

Lavori Pubblici
Completamento dei lavori e riapertura immediata dell’edificio scolastico danneggiato dal terremoto per togliere al più presto i nostri bambini dai container installati anni fa e ormai fatiscenti e malsani. Lavori di ricostruzione della Casa Comunale per ridare la giusta sede amministrativa al nostro paese e una dignità all’intera comunità. Adoperarsi con tutte le forze necessarie presso le Autorità Civili ed Ecclesiastiche per la riapertura al culto della Chiesa Madre.
Completamento e razionalizzazione del Cimitero.
Realizzazione di strade interpoderali e sentieri naturalistici.
Rifacimento della zona storica con interventi di recupero delle strade e delle facciate degli edifici.

SVILUPPO ECONOMICO
Per lo sviluppo economico si intendono affermare e sostenere con adeguati strumenti finanziari e amministrativi le vocazioni locali. Nel caso di Toro si parla soprattutto di sviluppo turistico e agricolo legato alle risorse naturali offerte dal territorio.
Per valorizzare la sua centralità e la sua ricchezza culturale si devono creare nuove strutture per il turismo rurale, escursionistico e naturalistico, usufruendo dei finanziamenti Regionali previsti per questo fine.

Agricoltura
- Incentivazione delle agevolazioni per la agricoltura biologica.
- Favorire la costruzione di strutture associative per la commercializzazione e trasformazione dei prodotti agricoli.
- Miglioramento della viabilità rurale.
- Costituzione di aree attrezzate per r agri turismo e il turismo all’aria aperta.
- Evitare i disagi di fornitura dell’acqua potabile nelle campagne.

Turismo
Realizzazione di nuove strutture ricettive per l’agriturismo, per il turismo rurale, escursionistico e naturalistico.
Organizzazione periodica di attività artistiche, teatrali e culturali in sinergia con le istituzioni scolastiche, le associazioni di volontariato e la proloco.
Dare giusta collocazione e valorizzazione al Museo della civiltà contadina del sig. Colledanchise.

ASSISTENZA E SOLIDARIETA’ SOCIALE
Per quanto riguarda i diversamente abili è necessario eliminare le barriere architettoniche e favorire il loro inserimento in gruppi di lavoro, valorizzando in tal modo la propria autonomia e personalità.
Ci si impegna a realizzare un servizio "INFORMANZIANI", collegato al circolo anziani già esistente.
Potenziamento del servizio di assistenza socio-sanitaria agli anziani. Innalzamento della soglia di esenzione dall’I ci per i cittadini meno abbienti.

SCUOLA E ISTRUZIONE PROFESSIONALE
Completamento dei lavori riguardanti le strutture scolastiche di Istruzione primaria e secondaria.
Assistenza e sostegno agli alunni portatori di handicap e alle loro famiglie.
Coinvolgimento delle scuole di ogni ordine e grado nelle attività culturali della città.

SERVIZI
Piena attuazione dei decreti sul sistema di raccolta dei rifiuti solidi urbani.
Eliminazione delle discariche abusive.

SPORT E TEMPO LIBERO
Razionalizzazione dell’uso degli impianti sportivi comunali ed adeguamento ai fini della piena agibilità.
Promozione ed impulso delle associazioni e delle attività culturali, ricreative e sportive.
Adeguato sostegno all’attività agonistica e sportiva delle squadre giovanili che promuovono il nome di Toro.

CODICE DEONTOLOGICO
A conclusione della esposizione del presente programma amministrativo si esprime l’impegno ad attivare anche un Codice deontologico che definisca principi e regole di comportamento ai quali il sindaco, gli assessori e i consiglieri dovranno uniformarsi, come ad esempio:
- affidamento di incarichi a chi possiede requisiti di competenza e professionalità idonee a garantire il corretto assolvimento dell’incarico assegnato;
- imparzialità nella gestione della cosa pubblica, finalizzata al bene comune, con la rinuncia a gestioni clientelari o di privilegio per interessi di singoli;
- impegno a non stravolgere l’incarico ricevuto dagli elettori, a non operare in contrasto con la lista o il gruppo di appartenenza e a non aderire, dopo le elezioni, ad altre formazioni politiche antagoniste.

Toro, lì 27 aprile 2007





Questo Articolo proviene da TORO Web
http://www.toro.molise.it/

L'URL per questa storia è:
http://www.toro.molise.it//modules.php?name=News&file=article&sid=111