TORO Web - La pernacchia di Zi Cola Mezzetto (Toro d'una volta)
Scrivi a TOROWeb
ToroWeb è dal 1999 a disposizione di Toro e dei toresi. Chiunque, privato o circolo o associazione o ente, abbia notizie, avvisi, foto, dubbi o chiarimenti da pubblicare, può inviare a: redazione@toro.molise.it
Le comunicazioni non firmate non saranno prese in considerazione

P.S.
ToroWeb non è né un partito, né un organo istituzionale. È solo una pagina internet, che vuole raccontare il paese.
Un grazie di cuore ai lettori per l'attenzione che ci accordano da ventidue anni.
Canali
· Home
· @toro.molise.it
· Aggiungi News
· Archivio News
· Argomenti
· Cerca
· Chat
· Dove siamo
· Gli Appuntamenti
· GuestBook
· Login
· Meteo
· News dal vecchio sito
· Sondaggio
· Statistiche
· Tags
· Top 10
· Web Links
Altri articoli
Venerdì, 06 maggio
· Medaglia d'oro in Francia per la Tintilia Herero 16 di Toro
Mercoledì, 04 maggio
· ENCAUSTUM, LA PITTURA A FUOCO DEGLI ANTICHI
Martedì, 03 maggio
· Diego Tucci - Laurea
Domenica, 01 maggio
· Lutto, è deceduta Annina Rossodivita di anni 85
Sabato, 30 aprile
· Carrellata di foto della Settimana Santa 2022
Venerdì, 29 aprile
· Festa dell'Incoronata 2022: il programma
Lunedì, 25 aprile
· Presentazione del libro di Libero Cutrone sui dipinti murali del convento
Sabato, 23 aprile
· Lotteria Audax Toro 2022: i venti numeri vincenti
Venerdì, 22 aprile
· Lutto, è deceduta Carmela Ciocca di anni 90
· Perché si suona Ventunore e perché si chiama così?

Articoli Vecchi
GoogleAdSense
News ante Aprile 2007


· Notizie da gennaio 2004 ad aprile 2007

· Notizie 2002-2003
Ultimi Commenti
· APA : Lutto, è deceduto Gaetano Di Toro di anni 62- in data (19/3/2021)
· Giovanni Mascia : L'Ecce Homo di Toro studiato e presentato in Spagna- in data (13/1/2021)
· Torese : L'Ecce Homo di Toro studiato e presentato in Spagna- in data (13/1/2021)
· Giovanni Mascia : IL BACIO DEL BAMBINO - Sfilata dei toresi con i loro storici soprannomi- in data (11/1/2021)
· Torese : IL BACIO DEL BAMBINO - Sfilata dei toresi con i loro storici soprannomi- in data (11/1/2021)
· Giovanni Mascia : Antiche fotografie toresi di casa Trotta- in data (12/12/2020)
· Torese : Antiche fotografie toresi di casa Trotta- in data (9/12/2020)
· Enzo : Entusiasmante fotografare la cometa Neowise nel nostro cielo- in data (17/7/2020)
· ramossino : Entusiasmante fotografare la cometa Neowise nel nostro cielo- in data (16/7/2020)
· Giovanni Mascia : Festa dell'Incoronata 1905: banda di Riccia a Toro in divisa da Bersagliere- in data (25/10/2019)
· Enzo : Inizio Corso di potatura dell'olivo 2018- in data (18/4/2018)
· Giovanni Mascia : Caro Giovanni Rossodivita, impara a leggere!- in data (15/10/2017)
· Giovanni Rossodivita : Un sindaco e relativo consiglio comunale "sotto tutela"!- in data (14/10/2017)
· Giovanni Mascia : A proposito del tragico fattaccio di settant'anni fa- in data (20/9/2017)
· Giovanni Rossodivita : Il drammatico fattaccio di Toro- in data (20/9/2017)
· Giovanni Rossodivita : Un forte segnale di cambiamento e di rinnovamento- in data (16/7/2017)
· hermes_toro : Acqua pubblica: Toro non aderisce all’Egam- in data (16/7/2017)
· Giovanni Rossodivita : Coraggio! Non aderire all'Egam- in data (15/7/2017)
· hermes_toro : Strada Comunale della Selva per Jelsi: i residenti ringraziano- in data (4/7/2017)
· Roby : Roberto Quercio è il nuovo sindaco di Toro, eletto a furor di popolo- in data (21/6/2017)
La pernacchia di Zi Cola Mezzetto (Toro d'una volta)
Subito dopo la seconda guerra mondiale, i ragazzi non avevano molte occasioni per divertirsi. La televisione non era stata ancora inventatia. Computer e cellulari nemmeno sognati. Automobili, moticiclette, biciclette erano un lusso che nessuno poteva permettersi. Soldi non ce ne erano. E allora, meno male che c'era la banda. Anzi il Gran Concerto Musicale Città di Toro...


Locandina del Concerto Musicale (Molisano) con sede in Toro, fondato nel 1924



Per le prove c’erano i frantoi, in dialetto i trappeti. Il più comodo di tutti era quello di Salvatore Nicolino. Aveva il pregio di essere in piazza e quindi facilmente raggiungibile da tutti i bandisti, in realtà contadini e artigiani (artieri), che avevano imparato a soffiare in clarini, trombe e tromboni per arrotondare le misere entrate familiari.

L’Oratorio poi era il non plus ultra. Altrettanto centrale come il trappeto di Salvatore, l’Oratorio aveva in più banchi per i musicanti e basamenti dell’altare a disposizione del maestro chiamato a dirigere le prove del Gran Concerto Musicale Città di Toro. Il maestro era sempre lui, Antonio Di Fabio da Castellino del Biferno, più volte citato nel corso di questi bozzetti di vita paesana. Orecchio raffinatissimo e nervi a fior di pelle, sempre sul punto di spezzarsi.

Noi ragazzi non aspettavamo altro. Ce ne restavamo zitti zitti, appena dietro la porta, sui gradini che immettevano nell’Oratorio, ben sapendo che al minimo accenno di qualche nostra intemperanza saremmo stati sbattuti fuori e allora addio al divertimento di tutte quelle facce stanche e semiaddormentate che sbuffavano, meno a loro agio a sera con diesi e bemolli, che di giorno con seghe e martelli, zappe e bidenti.

Quella volta, nel pieno di un accordo ad organico pieno, di quelli che facevano la nostra felicità e degli spettatori durante i concerti in piazza, partì una sorta di pernacchia acutissima che lacerò le orecchie di tutti i presenti. Il maestro Di Fabio azzeppatte la bacchetta sul leggio e nel silenzio calato all'improvviso fulminò con lo sguardo il povero Zi Cola Mezzette.

- Nicola, che nota hai fatto?, gridò di un empito di rabbia a malapena trattenuta.

Con il trombone a mezz’aria e l’aria di uno scolaretto che non aveva imparato la lezione, Zi Cola provò a rispondere. E disse:

- La nota l’ho fatta io. Ma il maestro siete voi!

Forse per dire che la colpa era comunque del manico. O forse per aggiungere: - Quindi che nota è, non tocca a me dirlo ma a voi. Comunque sia, non ebbe il modo e il tempo di farlo. Era successo il finimondo. Il maestro ad urlare. E tutti gli altri a sghignazzare. Urla e risate. Più risate che urla. Ma quello che successe dovemmo immaginarlo. Qualcuno ci aveva immediatamente sbattuti fuori dall’Oratorio. Quella sera del tutto ingiustamente.
                    Giovanni Mascia *
* Protagonista di questo aneddoto è Romano Quicquaro, allora ragazzo, il quale me lo ha raccontato, mentre ascoltavamo la banda di Conversano in piazza del Piano a Toro, durante l'ultima festa di Sant'Antonio, il 15 giugno 2013.

Nota: Si prega di citare la fonte in caso di utilizzazione del testo. Questo articolo è protetto da diritti Creative Commons.
Postato il Mercoledì, 18 settembre 2013 @ 00:00:00 di toroweb
 
Links Correlati
· Inoltre Poesie e racconti
· News by toroweb


Articolo più letto relativo a Poesie e racconti:
Burle e rivalità campanilistiche: a Monacilioni le raccontano così

Article Rating
Average Score: 0
Voti: 0

Please take a second and vote for this article:

Excellent
Very Good
Good
Regular
Bad

Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

Facebook

Twitter

Msn
Associated Topics

Poesie e racconti

"La pernacchia di Zi Cola Mezzetto (Toro d\'una volta)" | Login/Crea Account | 1 commento | Search Discussion
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli Anonimi, registrati

Re: La pernacchia di Zi Cola Mezzetto (Toro d'una volta) (Voto: 1)
di Franco il Giovedì, 19 settembre 2013 @ 10:52:46
(Info Utente )
Caro Giovanni,
carino l'aneddoto di zi Cola Mezzetto. Lo ricordo bene, pero' non come bandista, ma come carrettiere. Aveva un traino, trainato o da un mulo o cavallo e faceva concorrenza a zio Luigi Cutrone (il padre di Linuccio e Antonio Parapillo.) Era cugino di secondo grado a mamma, della famiglia Quicquaro e non aveva figli.
Ricordo benissimo dove abitava a Via Di Sotto, un tipo simpatico, affezionato ai parenti, e quando poteva dare una mano ai concittadini, lo faceva volentieri. Non saprei darti altri dettagli su di lui.
Un abbraccio,
Frank


TORO Web ideato e realizzato da Carmine Felice e Giovanni Mascia, con la collaborazione di Sandro Nazzario e Vincenzo Mascia.

phpNuke Theme design by Carmine Felice